Laboratori e Letture per la Scuola Primaria

image_large Laboratori e Letture per la Scuola Primaria

Qui il Libretto con attività per le Scuole 2017-18 scuole libretto 2017 18

UNA BORSA PIENA DI STORIE 

Viaggio alla scoperta dei libri, delle storie, delle proposte editoriali rivolte ai bambini della Scuola Primaria. L’iniziativa si articola in due o più momenti: uno o più incontri di lettura ad alta voce presso la scuola o la biblioteca e un incontro con i genitori dei bambini.

STORIE CHE SUONANO  

Quando prendiamo un libro e iniziamo a sfogliarlo troviamo parole e illustrazioni. Talvolta però, se apriamo l’orecchio dell’immaginazione, sentiamo suoni e musica che escono dalle storie. Qui la magia diventa realtà. Un attore e un musicista trasformeranno il semplice ascolto di storie in un evento indimenticabile.

DI STORIA IN STORIA, DI LIBRO IN LIBRO  

Incontri della durata di circa un’ora in cui verranno letti ai bambini brani di libri o libri interi con tematiche scelte insieme ai promotori dell’iniziativa. Ad esempio: Le mie emozioni; Di pari passo: bambine e bambini crescono; Mi scappa da ridere; Chi trova un amico; L’acqua, il fuoco, la terra, il vento; e così via.

CAVOLI A MERENDA  

Storie di cibo nei libri per bambini. Tante storie prelibate, gustose e saporite per stuzzicare la fantasia.

I MILLE VOLTI DI CAPPUCCETTO ROSSO 

Un incontro per scoprire “le storie” di Cappuccetto Rosso: la versione originale, le riscritture, le parodie, le riduzioni e la scoperta di alcune delle più interessanti riscritture della fiaba popolare più famosa.

TOCCARE CON GLI OCCHI 

L’arte proposta ai bambini attraverso la narrazione di storie e le videoproiezioni.

LIBRI CONTRO IL BULLISMO 

A tutti capita di incontrarne. A tutte le età. Una volta li chiamavamo prepotenti e stavano poco simpatici a tutti. Poi abbiamo cominciato a chiamarli “bulletti” e la cosa faceva anche un po’ sorridere. Oggi il bullismo non ci fa ridere neanche un po’ e l’dea che i nostri figli possano subire prepotenze o maltrattare i loro amici e compagni o anche solo assistere da spettatori ad una violenza ci fa paura. Per combatterli con intelligenza ecco dei bei Libri contro il bullismo.

ENERGIA AMICA MIA  Con Fabio Scaramucci e Fabio Mazza. Classi terze, quarte e quinte 

Cos’è l’energia? Puoi sentirla, annusarla, vederla o toccarla? La puoi percepire col tatto? Da dove arriva? Cosa sono le fonti energetiche rinnovabili e perché proteggono l’ambiente e il clima? Come si può produrre energia dall’acqua, il sole, la biomassa, il vento e la geotermia? Perché le energie rinnovabili sono importanti per l’ambiente? Un racconto entusiasmante in cui si alternano spiegazioni “scientifiche” (tratte ad esempio dal libro “Elettricittà” di Enrico Maraffino) e racconti letterari come “Il signor formica” di Simona Gambaro e “Salviamo il mondo” di Giulio Levi. Lettura con videoproiezioni e musica dal vivo.

INTRECCI E TRAME TRA LETTERATURA E CINEMA Classi quarte e quinte

Quali legami si creano tra un romanzo, o un racconto, o un grafic-novel e i film che ne vengono tratti? Cosa si trasforma in una trasposizione cinematografica?  Qualcosa si perde, qualcosa si guadagna… In questo laboratorio di due ore, gli studenti ascolteranno pagine di celebri romanzi da cui sono stati tratti altrettanto celebri film e ne vedranno alcune sequenze o spezzoni. Per capire le relazioni ,  le  trame e gli intrecci, appunto, che si vengono a stabilire tra i due testi.

SEI UN MITO

L’uomo ha sempre spiegato ciò che non  capiva della natura con bellissime storie che ancora oggi affascinano gli ascoltatori e lettori di ogni età, che siano i miti greci o le leggende dei popoli del mondo. Con musica dal vivo e video proiezioni.

PARAFRASANDO INSIDE OUT: Gioia, tristezza, paura, rabbia e disgusto. Le emozioni della crescita e dell’adolescenza tra il cinema e la letteratura in un incontro con Fabio Scaramucci. Classi quarte e quinte della Scuola Primaria. 

Un percorso alla ricerca delle emozioni prendendo spunto dal bellissimo film “Inside out”. Quali emozioni proviamo crescendo? Qual è il ruolo della tristezza? E della rabbia? Solo i bambini approdano talvolta nell’isola di “Stupidera” o anche gli adulti? L’incontro parte dalla visone di alcuni brevissimi spezzoni del film per approdare ad un percorso letterario ricco di consigli di lettura, in un dialogo continuo con i ragazzi. Durata: 90 minuti ad incontro. Si possono svolgere più incontri nella stessa mattina.

LA FABBRICA DI CIOCCOLATO Laboratorio teatrale con Federica Guerra Progetto Roald Dahl

7 incontri di un’ora + prova generale + saggio finale. In questo romanzo Dahl mette alla berlina i bambini viziati, ingordi, sgarbati e dispettosi, teledipendenti, e premia la gentilezza e la bontà di quelli che, consapevoli della loro sfortuna materiale, sono abituati alla rinuncia. Ne esce una galleria spassosa e divertente di personaggi indimenticabili: Augustus Gloomp, Veruca Salt, Violetta Beauregarde, Mike TV, e, naturalmente, il dolcissimo Charlie Buckett. Questi cinque bambini sono i fortunati vincitori del concorso  Wonka, indetto dal sig. Willy Wonka, il più geniale industriale del cioccolato al mondo…

LA MAGICA MEDICINA Laboratorio teatrale con Federica Guerra Progetto Roald Dahl

5 incontri di un’ora + prova generale + saggio finale. “Di solito le nonne sono dolci, care, amabili vecchiette, ma non quella di George: lei se ne stava tutto il giorno, seduta nella sua poltrona a bofonchiare, borbottare, lamentarsi e lagnarsi di questo o di quello” (da “La magica medicina”). George saprà inventare una medicina talmente speciale, una magica medicina, appunto, che trasformerà la nonna in maniera definitiva. In questo testo è l’adulto ad essere ridicolizzato fino al limite del grottesco e dell’inquietante ma riceverà una giusta punizione.

MATILDE Laboratorio teatrale con Federica Guerra Progetto Roald Dahl

5 incontri di un’ora + prova generale + saggio finale. Matilde è una bambina con doti davvero eccezionali: ha imparato a leggere da sola a tre anni, e a quattro aveva già letto tutti i libri della biblioteca. Sa anche fare a mente operazioni molto complesse. Strano ma vero i suoi genitori non la capiscono e non le vogliono bene. Andrà in una scuola diretta dalla signorina Spezzindue, una direttrice perfida che ama tiranneggiare i piccoli studenti. In quella stessa scuola, però, troverà la sua insegnante, Elisabetta Dolcemiele, che la saprà capire ed apprezzare. Insieme si sbarazzeranno della Spezzindue.

LE ALTRE STORIE DI CAPPUCCETTO ROSSO Laboratorio teatrale con Federica Guerra Classi terza, quarta e quinta

4 incontri di un’ora + 1 incontro di lettura finale. Laboratorio di scrittura, con l’invenzione e reinvenzione della famosa fiaba. Tenendo conto della lezione di grandi maestri e autori (Dahl, Rodari, Munari, Bordiglioni, etc.) i bambini verranno stimolati a inventare e a riscrivere la propria personale e singolare fiaba. Il laboratorio si conclude con la lettura ad alta voce di ciascun racconto. OBIETTIVI DIDATTICI: stimolare la fantasia e creatività del bambino, arricchire il suo bagaglio lessicale, allenarlo al pensiero “divergente”, sviluppare la capacità di lavorare in gruppo, allenarlo ad affrontare il pubblico nell’appuntamento di lettura.

OGGETTI DA FAVOLA Laboratorio di costruzione di personaggi e animazione di oggetti con Federica Guerra

6 incontri di un’ora + 1 incontro per rappresentazione finale. Gli oggetti di uso quotidiano (dalle forchette alle scope, agli appendini per abiti, le spugne, etc.) e i materiali di recupero e di riciclo (bottoni, nastrini, carta da regalo avanzata da Natale, lana) possono essere assemblati per creare personaggi fantastici e meravigliosamente espressivi.  MATERIALI: è necessario che i bambini portino da casa almeno un oggetto a testa, può essere una scopetta, un mestolo di legno o una forchetta, il vasetto vuoto dello yogurt, la scatola vuota della pasta, e così via. Successivamente con l’aiuto dell’insegnante “vestiranno” ed elaboreranno il proprio personaggio: una macchina, una fata, un robot, una bambina, un poliziotto, etc…. La docente del laboratorio porterà i materiali di complemento quali, ad esempio: colla, colori, lane, bottoni, carte… Dai personaggi creati da ciascun bambino si arriverà a costruire – con l’aiuto della docente – una o più storie, con dialoghi e racconti, con una rappresentazione, in cui i bambini saranno attori e animatori.

LE ALTRE STORIE DI CAPPUCCETTO ROSSO  Laboratorio di scrittura e lettura con Federica Guerra Classi terza, quarta e quinta

4 incontri di un’ora + 1 incontro di lettura finale.  Laboratorio di scrittura, con l’invenzione e reinvenzione della famosa fiaba. Tenendo conto della lezione di grandi maestri e autori (Dahl, Rodari, Munari, Bordiglioni, etc.) i bambini verranno stimolati a inventare e a riscrivere la propria  personale e singolare fiaba. Il laboratorio si conclude con la lettura ad alta voce di ciascun racconto.  

TEMPO AL TEMPO Laboratorio teatrale con Lucia Roman

5 incontri + prova generale + saggio finale (Oppure 4 incontri senza saggio finale) “Il tempo è tiranno, dare tempo al tempo, non ho tempo, che tempo!, tempo dell’anno, tempo vuoto, chi ha tempo non aspetti tempo, il tempo è come lo usi….” Obiettivi: introdurre e sviluppare nei bambini il concetto di tempo; sperimentare percorsi didattici innovativi di apprendimento condividendo le proprie esperienze attraverso l’esperienza teatrale. Approfondire la tematica dello scorrere del tempo e della sua percezione nei partecipanti sarà dunque il filo conduttore degli incontri. Per farlo, il laboratorio comincerà con un incontro dedicato a una serie di giochi sul tempo e il suo utilizzo. Dopodiché il laboratorio potrà seguire due tipi di percorsi: 1) Se si prevede un saggio finale saranno necessari altri 4 incontri: 2 seguiranno il filo della narrazione della storia di Momo, di Michael Ende, in cui la protagonista riesce a salvare il proprio paese dagli uomini cattivi che con false promesse rubano il tempo agli abitanti; gli ultimi 2 incontri saranno dedicati alla preparazione del saggio finale 2) Se non si prevede un saggio finale saranno sufficienti altri 3 incontri, in cui i giochi sul tema del tempo seguiranno il filo di racconti e filastrocche di vario genere, a seconda delle inclinazioni del gruppo e al posto del saggio ci sarà un semplice momento di ensemble finale.

VENTO IN POPPA Laboratorio teatrale con Lucia Roman

5 incontri + prova generale + saggio finale. Don Chisciotte supereroe ante litteram, un eroe visionario e ostinato che per realizzare i propri sogni ha combattuto contro i mulini a vento e affrontato imprese epiche. L’occasione del racconto di un classico della letteratura porterà il gruppo a riflettere giocando sul tema dei desideri che muovono ogni essere vivente e motivano lo slancio per imprese eroiche e grandi avventure. Alla narrazione seguirà dunque una parte laboratoriale finalizzata sì alla realizzazione di una o più scene del racconto, ma anche e soprattutto alla presa di coscienza dei partecipanti dei propri desideri e della possibilità di realizzarli, anche a costo di compiere imprese avventurose…

MISS GALASSIA Laboratorio teatrale con Lucia Roman

4 incontri + saggio finale A partire dal divertente racconto di Stefano Benni “Miss Galassia”, il laboratorio giocherà coi bambini sul tema della bellezza, declinata nelle sue forme più svariate: nel pianeta Vanesium infatti tutti pensavano che essere belli volesse dire solo essere magri, giovani, profumati… finché il concorso per decretare Miss Universo non mette in discussione le certezze degli abitanti che vedono arrivare tra i partecipanti una misteriosa scatola…a vincere il titolo sarà proprio lei, che nemmeno sale sul palco: si tratta di Imagia, una scatola in grado di scatenare immaginazione e sguardi attenti alla bellezza. Ai bambini verrà raccontata la storia, che diventerà motivo di riflessione e di gioco singolo e in gruppo, con l’obiettivo di costruire un momento performativo in grado di trasmettere il messaggio del racconto.

CANZONI DA RECITARE Laboratorio teatrale con Fabio Mazza

5 incontri + prova generale + saggio finale
Le canzoni sono di fatto delle storie, favole o fiabe che possiamo raccontare lasciandoci trascinare dalle atmosfere suggestive della musica e del ritmo, che lanciano messaggi importanti e trasmettono valori. Incentivare esperienze musicali significative ha come obiettivi: lo sviluppo delle capacità di ascolto e di osservazione dell’ambiente sonoro, di se stessi e degli altri; lo sviluppo di immaginazione e creatività, il potenziamento delle capacità comunicative, di attenzione e concentrazione. Partendo dal testo di una o più canzoni si creerà un animazione collettiva usando varie tecniche: racconto, mimo, canto e recitazione!

PROGETTO MUSICAL Laboratorio teatrale con Fabio Mazza

5 incontri + prova generale + saggio finale. Costruzione di un piccolo musical attraverso varie tecniche. L’attività viene svolta in collaborazione con l’insegnante di musica che prepara il gruppo classe a eseguire (cantare e suonare) dal vivo i brani dello spettacolo.

LO SCHIACCIANOCI Laboratorio teatrale

5 incontri + prova generale + saggio finale. Un laboratorio teatrale natalizio che prende spunto dal lavoro teatrale omonimo (che ancora oggi l’Ortoteatro replica in tutta Italia), scritto da Fabio Scaramucci e musicato da Fabio Mazza ispirandosi alla fiaba di Hoffmann e al successivo balletto su musiche di Tchaikovsky. Le avventure di Clara, che la notte di Natale dovrà combattere contro il Re dei Topi, aiutata da bambole, orsacchiotti e un coraggioso Principe Schiaccianoci, diventano un importante veicolo per appassionare i bambini al teatro, alla danza, al canto e all’arte in genere.  

PINOCCHIO O COSA VUOL DIRE CRESCERE Laboratorio teatrale

5 incontri + prova generale + saggio finale. Quando un bambino nasce non sa parlare, non sa camminare, non sa afferrare gli oggetti. Solo Pinocchio sapeva fare tutte queste cose dal suo primo giorno di vita. Ma cosa significa crescere? Quando possiamo dire di essere diventati grandi? Cosa è cambiato in noi “bambini” da quando eravamo più piccoli ad oggi? Quali abilità abbiamo fatto nostre? E come saremo o come vorremo essere domani? Molte domande, a cui la storia di Pinocchio ci aiuterà a dare delle risposte. Durante il laboratorio i bambini ascolteranno e rivivranno la storia collodiana, tramite il metodo di drammatizzazione teatrale delle storie che Fabio Scaramucci ha sviluppato nella sua personale ricerca artistica e didattica. Gli episodi che faranno da filo conduttore saranno i seguenti: Nascita di Pinocchio (com’ero, come sono); Pinocchio, i burattini e Mangiafuoco (trovare il coraggio); Il Gatto e la Volpe (riconoscere gli inganni); La Fata Turchina e i Dottori (Pinocchio e le bugie); Pinocchio contro il bullismo (a scuola i compagni si prendono in giro e dopo una zuffa Eugenio si fa male); Pinocchio e il cane Alidoro scoprono il valore dell’amicizia; Si può fare sempre ciò che si vuole? Pinocchio, Lucignolo e il Paese dei Balocchi; Tutti al Circo! Cosa so fare, cosa so immaginare; Pinocchio è diventato grande, salva Geppetto dal Pescecane e diventa un bambino vero. Il laboratorio può prevedere un saggio finale dei partecipanti.

IL FANTASTICO MONDO DI OZ o la ricchezza delle diversità Laboratorio teatrale

TEMA: INTERCULTURA, INCLUSIONE 5 incontri + prova generale + saggio finale. Dorothy era l’unica bambina in quello sperduto angolo del Kansas. Quando arrivò nel Regno di Oz, vide per la prima volta un mondo colorato, pieno di esseri straordinari. Ognuno di loro era diverso dall’altro, ognuno a suo modo unico. Lo Spaventapasseri era senza cervello, per questo doveva riflettere più degli altri. L’Omino di Latta non aveva il cuore, per questo si sforzava di amare anche la più piccola formica. Il Leone Codardo non aveva il coraggio, perciò doveva essere coraggioso anche quando non avrebbe voluto. Insieme dovranno affrontare la terribile Strega dell’Ovest, i corvi, i lupi e le scimmie volanti. Per scoprire che spesso quello che vogliamo l’abbiamo a portata di mano. Ognuno di noi ha delle qualità nascoste. Un laboratorio teatrale che ci porterà a scoprire la ricchezza che a volte si cela nelle persone che ci stanno accanto. Per scoprire il valore di se stessi, degli altri, dell’amicizia.

HANSEL E GRETEL FRATELLI DI CUORE dare un nome alle emozioni – dare un nome ai sentimenti Laboratorio teatrale

5 incontri + prova generale + saggio finale. Il laboratorio nasce da uno studio di un anno compiuto da Fabio Scaramucci con bambini, insegnanti e genitori. Da questo studio nasce il testo HANSEL E GRETEL FRATELLI DI CUORE. Nella storia di Fabio Scaramucci Hansel e Gretel sono due fratelli che si sentono forti in quanto si vogliono bene, si aiutano reciprocamente, esplicitano le loro emozioni (anche tramite la poesia). La mamma (non matrigna) vuole loro molto bene ed è quella che lavora di più (in casa e in ufficio). Li accompagna a scuola e li va a riprendere. E come tutte le mamme del mondo ogni tanto prova diverse emozioni: gioia, malinconia, rabbia. Ma il sentimento che prova per i suoi figli non cambia: vuole e vorrà a loro sempre bene. Attraverso il racconto e la messa in scena del testo di Fabio Scaramucci, i bambini affronteranno i seguenti temi: la collaborazione e gli affetti familiari attraverso le figure di Hansel e Gretel, la cooperazione e il mutuo aiuto attraverso la descrizione della propria casa e della casa di Hansel e Gretel. Emozioni della mamma e del papà. Emozioni dei bambini: paura dell’abbandono, paura della strega, superamento della paura e crescita .

GIOVANNINO E IL DONO DEL FUOCO Laboratorio teatrale. Classi prima e seconda 

TEMA: I 4 ELEMENTI 4 incontri + 1 prova generale + 1 saggio finale. In questa nuova avventura di Giovannino, ideata da Fabio Scaramucci, il grande esploratore approderà con la sua mongolfiera (l’aria calda è più leggera di quella fredda!) in un paese dove il Re manda in prigione chiunque usi il fuoco, anche solo una piccola fiammella. Per ammansirlo gli abitanti dovranno superare tre prove difficilissime. Ci riusciranno? Attraverso il racconto e la drammatizzazione della storia i bambini si accosteranno a questo elemento della natura. Al contempo useranno il corpo, la musica, le emozioni, giocheranno insieme e potranno raccontare questa bella storia ai parenti in una festa finale.

LE FIABE DEL FRIULI Laboratorio teatrale

5 incontri + 1 prova generale + 1 saggio finale. Gli attori dell’ORTOTEATRO, nell’arco della loro esperienza teatrale, hanno avuto modo di poter leggere, studiare e rielaborare numerose fiabe provenienti da tutto il mondo. Fabio Scaramucci e Fabio Mazza portano inoltre in giro per l’Italia spettacoli di contastorie, come Fatti avanti se hai coraggio, che propone alcune fra le più belle fiabe con personaggi di paura del Friuli. Da questo spettacolo nasce la volontà di tramandare le numerose storie della nostra tradizione attraverso l’elaborazione di un laboratorio teatrale rivolto ai bambini della scuola primaria. Nelle storie friulane ci sono le radici dei nostri usi, delle nostre tradizioni e identità, c’è la storia del nostro passato che attraverso il racconto viene tramandato. Utilizzando diverse tecniche di didattica teatrale (mimo, recitazione, racconto…), l’ORTOTEATRO propone questo laboratorio in cui il gruppo classe realizzerà la drammatizzazione di alcune storie. 

IL PICCOLO PRINCIPE o quali sono le cose importanti Laboratorio teatrale

5 incontri + 1 prova generale + 1 saggio finale. Un laboratorio teatrale ricco di contenuti ed emozioni che non dimentica il divertimento. Attraverso la storia del Piccolo Principe e dei suoi incontri (la rosa, gli abitanti dei pianeti, la volpe…) i bambini saranno portati ad ascoltare, riflettere, disegnare, scrivere e recitare. Le relazioni si misurano in base a ciò che abbiamo o agli affetti? Cosa significa “prendersi cura”? Cosa ci dà davvero soddisfazione? La volpe dice al Piccolo Principe queste parole: “Ecco il mio segreto. È molto semplice: non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi”, e poi aggiunge: “Gli uomini hanno dimenticato questa verità. Ma tu non la devi dimenticare. Tu diventi responsabile per sempre di quello che hai addomesticato. Tu sei responsabile della tua rosa …”. 

IL LIBRO IN SCENA! Laboratorio di lettura

5 incontri + 1 prova generale + 1 saggio finale. Prendiamo un classico della letteratura per ragazzi. Oppure i testi tratti dal nostro libro di italiano. E scopriamo che la lettura può essere così affascinante da far restare a bocca aperta il nostro pubblico (le altre classi… i genitori…). Come leggere. Capire a fondo le frasi, i sottotesti, gli autori. Riuscire ad utilizzare la voce come se fosse uno strumento comandato da cuore e cervello. Fino ad appassionarsi ed appassionare alla lettura. 

GIROTONDO DI FIABE INTORNO AL MONDO Laboratorio teatrale.

5 incontri + 1 prova generale + 1 saggio finale. Il laboratorio prevede: lo sviluppo delle tecniche espressive e della drammatizzazione; presa di coscienza del proprio corpo (in rapporto a se stessi, agli altri e all’ambiente); la manifestazione dell’espressività attraverso il gesto, la voce, i suoni, i colori, il racconto, il movimento; l’elaborazione di una semplice sceneggiatura con drammatizzazione per lo spettacolo finale. Ogni classe partecipante metterà in scena una fiaba popolare di un paese. Le fiabe potranno avere un tema in comune (animali, cibo…) e un personaggio che unirà tutti i percorsi.  

image_largeAttività per adulti: mamme, papà, insegnanti

COME LEGGO AI MIEI BAMBINI

La lettura ad alta voce al bambino è un momento profondo di condivisione. Leggere è un gesto d’amore nei confronti dei bambini, come lo è fare una carezza o preparare qualcosa di buono da mangiare, un’azione importante per lo sviluppo intellettuale ed emotivo dei bambini. Il dono di un mondo fantastico attraverso il suono della voce del genitore porta al rafforzamento del legame con il bambino e aiuta il suo sviluppo cognitivo e psico-affettivo. Le fiabe narrate divengono veicolo di valori e apprendimenti per la vita ed avvicinano sin dalla più tenera età il bambino al mondo del libro e della lettura in modo naturale. Esistono molti tipi di libri adatti alle diverse fasi di sviluppo del bambino e modalità di lettura più indicate a seconda dei diversi bisogni evolutivi. L’incontro, essenzialmente pratico, è rivolto a genitori, nonni, zii, baby sitter, curiosi che vogliono scoprire il piacere di scegliere e leggere libri ai loro bambini. Cosa leggere e come leggere. I vari tipi di libro adatti ad ogni età (cartonati, morbidi, libri per la nanna, libri gioco, etc…). Giocare con le illustrazioni. Giocare con le parole. Spunti di lettura e consigli su come leggere insieme. Durata: 1 incontro di due ore.

È UN LIBRO! COME E COSA LEGGERE AI BAMBINI

Per “apprendisti lettori” quali lettori volontari, insegnanti, genitori. Un percorso pratico che affronta le seguenti tematiche: come creare la giusta atmosfera prima della lettura; perché leggere e cosa leggere; comunicare con la voce e comunicazione non verbale; come utilizzare il libro e le illustrazioni; esempi di utilizzo di altri strumenti (proiezioni, musica, etc.). Durata: 5 incontri di due ore ciascuno.

AGGIORNIAMOCI SUI LIBRI

Incontro di due ore rivolto a lettori volontari e/o insegnanti per dare una panoramica sulle nuove uscite dell’anno e su come possono essere proposte ai ragazzi. Gli incontri possono dare una panoramica su libri rivolti a tematiche ed età specifiche, ad esempio: Bullismo, Emozioni, Libri per crescere, Diversità, Multiculturalità, Pace, e così via… Docente Fabio Scaramucci.

DIZIONE ED USO DELLA VOCE

Uno dei laboratori più richiesti. È fondamentale per tutti coloro che affrontano un lavoro a contatto con un “pubblico”, imparare a parlare con una corretta pronuncia ed articolazione. Quante volte, poi, ci ritroviamo con la voce affaticata! In questo laboratorio impareremo ad utilizzare al meglio la voce e la respirazione diaframmatica, studieremo le regole basi della dizione italiana neutra moderna, ci eserciteremo per raggiungere una buona articolazione, leggeremo e impareremo a parlare in pubblico. Il programma prevede: rilassamento corporeo finalizzato al ripristino della respirazione di diaframma; esercizi per una corretta respirazione ed emissione della voce; potenziamento del volume; articolazione; studio delle regole di dizione (accenti tonici e fonici, vocali aperte e chiuse, consonanti sorde e sonore); come leggere; parlare in pubblico. Durata: 20 ore da suddividere in 7 o dieci incontri. Massimo 20 partecipanti.