Calendario

Ago
25
ven
HANSEL E GRETEL @ Spilimbergo
Ago 25@21:00

venerdì 25 agosto 2017

ore 21 Cortile di Palazzo di Sopra – piazzetta Giambattista Tiepolo – Spilimbergo (Pn) in caso di maltempo Teatro Castello – piazza Duomo

Ortoteatro con la collaborazione e il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Friuli Venezia Giulia, Comune di Andreis, Comune di Aviano, Comune e ProLoco di Barcis, Comune di Cordenons, Comune di Spilimbergo organizza

CHE FIGURA! Festival del Teatro di Burattini, Marionette, Ombre e Contastorie

Compagnia Progetto Zattera presenta

 HANSEL E GRETEL

Un viaggio di due bambini abbandonati nel bosco che, attraverso la luce, le ombre e il buio, ritrovano la strada per tornare a casa. Con semplici dialoghi, brevi narrazioni e canti si ricrea lo spazio del teatro, al di fuori del teatro classico, in una stanza illuminata da una candela. La continua trasformazione dei due attori, che di volta in volta diventano narratori, Hansel, Gretel, genitori e strega, tiene viva l’attenzione dello spettatore e lo coinvolge nel viaggio dei due protagonisti, aiutandoli a trovare le risposte di fronte alle difficoltà della crescita.

 Uno spettacolo sospeso tra favola e realtà che offre più di un spunto di riflessione, portando l’attenzione sull’importanza delle piccole cose. Gli oggetti, nella loro precarietà, richiamano la semplicità e la povertà della fiaba. L’utilizzo dell’ombra inoltre rappresenta oggetti, corpi e gesti, lasciando ai bambini il desiderio di allungare una mano per entrare a far parte di quel mondo in cui, attraverso un piccolo personaggio, ognuno può raccontare e raccontarsi.

Per tutti.

Ingresso gratuito.

Set
3
dom
LA CASA DEGLI GNOMI @ Andreis
Set 3@14:30

domenica 3 settembre 2017

ore 14.30 – Sagrato della Chiesa – via Gabriele D’Annunzio – Andreis (Pn) in caso di maltempo sala adiacente   

Ortoteatro con la collaborazione e il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Friuli Venezia Giulia, Comune di Andreis, Comune di Aviano, Comune e ProLoco di Barcis, Comune di Cordenons, Comune di Spilimbergo organizza

CHE FIGURA! Festival del Teatro di Burattini, Marionette, Ombre e Contastorie

Lo spettacolo si inserisce nel programma di PAESI APERTI!

Compagnia La Casa degli Gnomi presenta

 LA CASA DEGLI GNOMI

di e con Lucia Osellieri

impianto scenico di William Veliscek

Una strana baracca su ruote, con un grosso mulino a vento sulla facciata: la casa degli gnomi. Si anima presto della vivace presenza dei custodi dei segreti e dei tesori dei boschi. La storia e la casa divengono parallelamente una sorta di giocattolo/scatola che si apre, lasciandosi scoprire a poco a poco permettendo ai bambini di curiosare nella vita quotidiana di questi personaggi, in un felice gioco di scomposizioni.

Lucia, dentro la casa, come Alice, incontra una folla di strani personaggi, vive avventure, corre pericoli, di fronte agli occhi incantanti dei piccoli spettatori. Ecco la capacità di Lucia di farsi piccola, piccola – che è poi la straordinaria dote che le consente di entrare in perfetta sintonia con il pubblico dei bambini – per entrare materialmente nel mondo degli gnomi, facendosi tutt’uno con i suoi pupazzi.

Per tutti.

Ingresso gratuito.

Set
10
dom
Ortoteatro in Tournée – Fatti Avanti se hai Coraggio @ Robbiate (Lc)
Set 10@16:30

Ortoteatro in Tournée

domenica 10 settembre 2017

ore 16.30 Robbiate (Lc)

Street party

Ortoteatro presenta

 FATTI AVANTI SE HAI CORAGGIO

le più belle fiabe della tradizione friulana con personaggi di paura

Spettacolo di storie narrate e cantate con musica dal vivo

Con Fabio Scaramucci e la musica dal vivo di Fabio Mazza

LA LAMPADA DI ALADINO @ Centro Culturale Aldo Moro - Cordenons
Set 10@17:00

domenica 10 settembre 2017

ore 17 parco del Centro Culturale Aldo Moro – via Traversagna 4 – Cordenons (Pn) in caso di maltempo sala adiacente    

Ortoteatro con la collaborazione e il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Friuli Venezia Giulia, Comune di Andreis, Comune di Aviano, Comune e ProLoco di Barcis, Comune di Cordenons, Comune di Spilimbergo organizza

CHE FIGURA! Festival del Teatro di Burattini, Marionette, Ombre e Contastorie

Compagnia L’Aprisogni presenta

 LA LAMPADA DI ALADINO

Spettacolo di burattini a guanto in legno scolpito e dipinto su baracca e narrazione

Di e con: Cristina Cason e Paolo Saldari.

“Tanti anni fa, in un paese lontano, lontano, al di là di sette mari, c’era un deserto giallo”. Dentro una caverna buia (e puzzolente!) due loschi individui consultano una sfera fatata. Le fortune e le sfortune del ragazzo Aladino hanno inizio qui ed il gioco che lo lega alla lampada dei desideri si dipana lungo tutto il racconto. Le avventure si rincorrono in una divertente sarabanda ben condita d’ironia. Il pubblico ascolta, assiste, parteggia e talvolta, motivatamente, è chiamato a prendere parte all’azione. In fin dei conti Aladino potrebbe essere te, o lui, o lei o me.

Chi non ha desideri? E se si potessero realizzare? Come?

Personaggi in ordine di apparizione:

La narratrice:            la sedia e la sua solita Cristina

Il terribile mago africano:   brutto e fetentone!

Mustafà: “geniale” assistente del mago

La signora Fatima:   mamma di Aladino, dolce come un limone acerbo

Aladino: giovane monello di strada (con un vestito da povero e uno da ricco)

Il genio della lampada:       completo di pelle blu e ciuffo

Il banditore: voce (poco gentile) fuori baracca

La principessa Jasmine:    figlia del Sultano, bellissima e un po’ oca

Il Sultano: pancione, molto interessato a soldi e danari

Per tutti.

Ingresso gratuito.

Set
17
dom
ORTOTEATRO a PORDENONELEGGE @ Chiostro della Biblioteca - Pordenone
Set 17@15:00

domenica 17 settembre 2017

ore 15 – Chiostro della Biblioteca Civica – piazza XX Settembre – Pordenone in caso di maltempo Auditorium della Regione di via Roma 2

ORTOTEATRO a PORDENONELEGGE

A cura dell’Assessorato della Cultura del Comune di Aviano.

 IL CORAGGIO VIEN LEGGENDO …ZUPPE DI ORCHI E SCOPE DI STREGHE

Fiabe e canzoni ad alta voce a cura di Fabio Scaramucci e Fabio Mazza di Ortoteatro

Una raccolta di fiabe moderne che riprendono il sapore, il ritmo e i temi di favole e leggende tradizionali e ci consegnano il brivido sottile di tante storie, l’attesa di sapere cosa inventerà il protagonista per sconfiggere l’orco o la strega di turno così da arrivare al più classico dei lieti fine “…e vissero per sempre felici e contenti”.

Da diversi anni Fabio Scaramucci e Fabio Mazza portano nelle piazze italiane i loro spettacoli che si possono definire di “conta/canta/storie”. Sono spettacoli che accumunano in un’unica esperienza gli spettatori di tutte le età, grazie a storie e canzoni che fanno parte al contempo del vissuto dell’adulto e del bambino.

Per tutti.

Ingresso gratuito.

Info: http://www.pordenonelegge.it/festival/edizione-2017/eventi/1662-Il-coraggio-vien-leggendo%E2%80%A6zuppe-di-orchi-e-scope-di-streghe

DIALOGO TRA ARLECCHINI SULL’UMANITÀ DELLA MASCHERA @ Ex Convento di San Francesco - Pordenone
Set 17@19:00

domenica 17 settembre 2017

ore 19 – Convento di San Francesco – piazza della Motta – Pordenone

PORDENONELEGGE in collaborazione con

Ortoteatro e Confcooperative  Unione Provinciale Cooperative di Pordenone

organizza

 DIALOGO TRA ARLECCHINI SULL’UMANITÀ DELLA MASCHERA

Presentazione del nuovo libro

 LA UMANA COMMEDIA DI ARLECCHINO di Claudia Contin Arlecchino

Edizioni Forme Libere – Gruppo Tangram – Trento 2017

Interverranno alla serata:

il grande Maestro Ferruccio Soleri e Claudia Contin Arlecchino;

interviste a cura di Sabrina Zannier, giornalista e critica d’arte contemporanea;

proiezioni iconografiche e video a cura di Luca Fantinutti;

saluti ufficiali di Luigi Piccoli e Fabio Scaramucci.

Il più famoso interprete di Arlecchino a livello mondiale, Ferruccio Soleri, e Claudia Contin Arlecchino, primo Arlecchino donna, tra iconografia antica e ritratti d’arte, ci riportano La umana commedia di Arlecchino. In un esclusivo racconto teatrale svelano i segreti messaggi contenuti nella antiche incisioni raffiguranti i diavoli buffi, i proto-Arlecchino, l’antico Hellequin, i giullari, fino ad arrivare a nuova iconografia contemporanea arlecchinesca.

Claudia Contin Arlecchino, conosciuta in tutto il mondo come la prima donna ad interpretare sin dal 1987 il ruolo maschile di una delle più famose Maschere, è anche autrice di testi e saggi teatrali pubblicati e tradotti in quattro lingue. Esperta in Commedia dell’Arte e in costruzione di maschere professionali in cuoio, è anche un “Maestro” richiesto in Italia e all’estero per la formazione professionale di attori. Dal 1990 è co-fondatrice e direttrice didattica della “Scuola Sperimentale dell’Attore” assieme al regista Ferruccio Merisi. Dal 1997 è il co-direttore artistico del festival internazionale “L’Arlecchino Errante”. A partire dal 2007 ha fondato il laboratorio “Porto Arlecchino”, dove collabora con artisti e artigiani assieme al responsabile multimediale Luca Fantinutti.

Ferruccio Soleri, noto attore e famoso interprete di Arlecchino nella intramontabile edizione del “Servitore di due padroni” di Giorgio Strelher, è l’orgoglio italiano in tutto il mondo per la grande esperienza accumulata in 57 anni di raffinatezza espressiva, di agilità fisica e verbale nella commedia goldoniana. A partire dal debutto come Arlecchino del 1960 accanto a Marcello Moretti e poi dal 1963 con incarico ufficiale in questo ruolo del Piccolo Teatro di Milano, lo straordinario Maestro ha attraversato ogni continente con gloriose tournée e migliaia di repliche. Nel 2010, per la longevità e coerenza del suo Arlecchino, è entrato nel Guinnes dei Primati. È anche accurato formatore di attori professionisti e regista di opere liriche.

Sabrina Zannier, giornalista, critico e curatore indipendente nel campo dell’arte contemporanea aperta alla trasversalità linguistica, cura mostre e cataloghi in Italia, Francia e Slovenia. Ha collaborato alla XLV Biennale di Venezia, al Centro d’arte contemporanea Villa Manin di Passariano e con gli editori Clueb, Fratelli Alinari, Skira, Istituto Treccani. Ha fatto parte della Commissione dell’Italian Studio Program per il P.S.1 di New York e ha collaborato con il regista Bigas Luna per progetti performativi ed editoriali. Come consulente d’arte opera con aziende come Brionvega, Furla, Illycaffè, Banca Crédit Agricole Friuladria, Sinetica Industries, Gervasoni. Dal 2002 è direttore artistico di Maravee, festival d’arte e spettacolo che si svolge in Friuli Venezia Giulia e in Slovenia.

Ingresso gratuito.

Info: http://www.pordenonelegge.it/festival/edizione-2017/eventi/1670-Dialogo-tra-Arlecchini-sull’umanita-della-Maschera

Set
22
ven
IN TRAPPOLA @ Centro Culturale Aldo Moro - Cordenons
Set 22@20:45

venerdì 22 settembre 2017

ore 20.45 – Centro Culturale Aldo Moro – via Traversagna 4 – Cordenons (Pn)

Gruppo Teatro Pordenone “Luciano Rocco”

con il contributo dell’Associazione FITA-UILT

e in collaborazione con Ortoteatro e Comune di Cordenons organizza

A TUTTO G.T.P.

Tre appuntamenti a cura del Gruppo Teatro Pordenone Luciano Rocco

Compagnia Prime Luus di Colugna presenta

IN TRAPPOLA

Liberamente tratto da “Trappola per un uomo solo” di Robert Thomas.

Adattamento a cura del gruppo teatrale Le prime Lus della Fonazione Bon di Colugna. Regia di Arianna Zani.

Un uomo si vede piombare davanti una sconosciuta che dichiara di essere sua moglie.

Lui non la riconosce, le dà della pazza, dell’imbrogliona, ma incredibilmente anche il prete del paese sembra conoscere la donna. A che gioco stanno giocando?

L’ansia del marito accompagna le indagini senza esito della polizia, mentre l’intrigo si accresce mano a mano che altri stravaganti personaggi fanno la loro comparsa: l’artista-barbone al corrente di molte, troppe cose e un’ ambigua e venale infermiera. Il mistero è sempre più fitto e il pover’uomo sembra davvero in trappola…

“In trappola!” è un thriller psicologico dal ritmo serrato e ricco di colpi di scena, con uno dei finali a sorpresa più godibili del teatro giallo contemporaneo: il mistero infatti verrà veramente svelato soltanto alla battuta conclusiva.

Ingresso gratuito.

Info: Gruppo Teatro Pordenone Luciano Rocco

www.gruppoteatropordenone.it

Ortoteatro – Centro Culturale Aldo Moro 0434/932725 o 348/3009028

info@ortoteatro.it

www.ortoteatro.it

Set
26
mar
LABORATORIO DI CIRCO PER BAMBINI DA 3 A 6 ANNI @ Saletta Ortoteatro - Pordenone
Set 26@16:30

LABORATORIO DI TEATRO CIRCENSE PER PICCOLI GRANDI ARTISTI

 OMINI BUFFI!

Condotto da Florinda Ciardi

PRIMA LEZIONE di PROVA GRATUITA 26 settembre 2017.

Chi? Bambini dai 3 ai 6 anni.

Cosa? 10 incontri di un’ora.

Quando? Martedì ottobre e novembre 16,30-17,30.

Dove? Saletta Ortoteatro – Viale Trento 3 Pordenone.

Info e iscrizioni: Ortoteatro 348/3009028

info@ortoteatro.it

Set
29
ven
QUANDO NON HAI CAPITO CHIEDI SEMPRE: DON LORENZO MILANI @ Sala Elsorado - Fanna
Set 29@20:30

venerdì 29 settembre 2017

ore 20.30 Sala Eldorado – via Maniago 2 – Fanna (Pn)

Parrocchia San Martino in Fanna e Santuario Madonna di Strada

con il patrocinio della Diocesi di Concordia-Pordenone e UTI delle Valli e delle Dolomiti Friulane organizza:

DON LORENZO MILANI (1923-1967)

Coordinatore del progetto: don Dario Donei.

Ortoteatro presenta

 QUANDO NON HAI CAPITO CHIEDI SEMPRE: DON LORENZO MILANI

Con Fabio Scaramucci e Federica Guerra e con la musica dal vivo di Fabio Mazza

Regia di Fabio Scaramucci

 Due attori, supportati dalle musiche dal vivo e da video proiezioni, raccontano la vita straordinaria di un uomo comune come Don Milani.

E interpretano i suoi scritti, prendendo spunto da “Lettera alla madre”, “Lettera a una professoressa”, “Lettera ai cappellani militari” e “Lettera ai giudici”.

Don Lorenzo Milani è stata una delle figure più significative della chiesa cattolica del dopoguerra.

Nel 1954 in una giornata piovosa di dicembre, arrivò a Barbiana, dove l’arcivescovo Florit di Firenze l’aveva allontanato per punizione dalla parrocchia San Donato di Calenzano.

Nel paesino toscano che sarebbe diventato la sua casa, il giovane sacerdote nato a Firenze in una famiglia altoborghese, appassionato di letteratura e musica classica inventava un nuovo modo di insegnare: la cultura come riscatto per i figli dei contadini e degli operai, la non violenza come pratica di vita.

Che resta oggi del priore di Barbiana, il prete di famiglia ebrea, esiliato in una parrocchia sperduta del Mugello, perseguitato dal Sant’Offizio per i suoi libri anticonformisti, morto a quarantaquattro anni?

La lezione di uno spirito libero che dentro la Chiesa e fuori va a cercare testardamente (e lo insegna con tenacia ai più sprovveduti) il significato delle parole, delle leggi, delle nobili esortazioni.

Perché la bella immagine, che le classi dirigenti proiettano sempre sul proprio operato, non faccia da velo alla realtà.

In questo senso il suo invito ai ragazzini della sua scuola: “Quando non hai capito, chiedi sempre!” rimane un imperativo senza tempo.

Ingresso gratuito.

Ott
6
ven
LA MARCOLFA @ Centro Culturale Aldo Moro - Cordenons
Ott 6@20:45

venerdì 6 ottobre 2017

ore 20.45 – Centro Culturale Aldo Moro – via Traversagna 4 – Cordenons (Pn)

Gruppo Teatro Pordenone “Luciano Rocco”

con il contributo dell’Associazione FITA-UILT

e in collaborazione con Ortoteatro e Comune di Cordenons organizza

A TUTTO G.T.P.

Tre appuntamenti a cura del Gruppo Teatro Pordenone Luciano Rocco

Compagnia Cantiere Teatro di Fiume Veneto presenta

LA MARCOLFA

di Dario Fo.

Con: Giovanni Palmeri, Alessandra Zanin, Lorenzo Frattolin, Alessandra Unghietti, Anna Bianco, Lorenzo Piva.

Scenografie: Gabriele  Brichese, Rosanna Facca, Renata Gallio.

Tecnico luci e audio: Alberto Olivieri.

Costumi e trucchi: Loretta Frattolin, Renata Gallio.

Aiuto regia: Anna Bianco.

Regia: Andrea Chiappori.

Un imponente armadio domina la scena, quasi fosse spettatore di una stramba vicenda vissuta da personaggi altrettanto strambi: un Marchese pieno di debiti e dalla condotta tutt’altro che onorevole, una governante brontolona e un saggio e imprevedibile tuttofare; un fattore avido, doppiogiochista e fidanzato con una donna forte e prorompente e una Principessa dotata di un’eleganza più unica che rara, follemente innamorata del Marchese.

I sei si incrociano e si scontrano come invasati, entrando ed uscendo freneticamente da ogni malcapitata e assurda situazione. Ma un evento inaspettato rovescerà i ruoli, creando vicende tanto surreali quanto ridicole…

Ingresso gratuito.

Info: Gruppo Teatro Pordenone Luciano Rocco

www.gruppoteatropordenone.it

Ortoteatro – Centro Culturale Aldo Moro 0434/932725 o 348/3009028

info@ortoteatro.it

www.ortoteatro.it